giovedì 14 maggio 2009

Una bella canzone di Renato Zero parla dell'Ambulante

Il mercato e gli ambulanti, proprio per la loro collocazione popolare, sono un ispirazione per cantanti e poeti infatti troviamo riferimenti al mercato in molte canzoni famose da Lucio Dalla (piazza grande) a Baglioni (porta portese) ed ultimo anche il grande Renato Zero nel suo ultimo CD dal titolo "Presente" ha inserito una canzone che si chiama Ambulante. Una vera poesia, cito il testo:

Uomini e donne avvicinatevi Accomodatevi, non ammassatevi… spazio ce n’è! Venite gente i miei articoli Sono imperdibili davvero unici Per tutte le età! Amici semi nuovi, vecchie arpie Due lacrime d’amore tre bugie! Un paio d’ali con la ruggine Parole frivole e frasi ermetiche Un bacio che fu… Un desiderio un’abitudine Carezze tenere una vertigine Un sorso di blu… Corri ad emozionarti pure tu Un’esclusiva costa un po’ di più Ci metto il cuore La mia onestà Sono nato per questa vita… Semino tracce di felicità Anche se non l’ho mai bevuta Fidati pure di un ambulante Se tu ci credi ci credo anch’io E’ così rara un’intesa, amico mio Questo mestiere finisce con me L’ultima offerta è per te Venite fuori dalle macchine Voglio distinguervi E riconoscervi Svelatevi qui Sono occasioni da non perdere Assicuratevi in tempo utile un’identità Riabilitare i sensi è un’idea Acquistami un sorriso o vado via… Ci metto il cuore La mia onestà E’ la strada la mia palestra Io grido in piazza la mia verità Finchè non ti vedrò in finestra sono ambulante per vocazione Piove o c’è il sole mi trovi lì Un giro e una canzone e via così Questo mestiere finisce con me L’ultima offerta è per te. Se un paradiso non c’è Allora torna da me!

Godetevela ascoltandola clikkando qui:

Nessun commento:

Posta un commento